News

Aggiornamenti sulle ultime attività dello Studio Moreno Maggi

Mario Cucinella Architect ha ottenuto una menzione speciale agli Architizer A+ Awards per il suo progetto Kindergarten in Guastalla.

Moreno Maggi ha prodotto la documentazione fotografica di questo eccezionale progetto che utilizza materiali naturali a basso impatto ambientale e soluzioni sostenibili, forme sinuose, trasparenze, interazione tra spazi interni ed esterni, esperienze tattili: suggestioni e sensazioni che rispettano il territorio e propongono con chiarezza il legame ideologico con la crescita, l'educazione, la funzione pedagogica, il rispetto e la protezione.

La scheda del progetto Kindergarten in Guastalla è disponibile su http://architizer.com/

Scuola per l'infanzia di Mario Cucinella Photo by Moreno Maggi

Lo studio fotografico Moreno Maggi ha avuto il privilegio di seguire quest'opera architettonica sin dalla sua costruzione, con immagini che mettono ancora più a nudo la semplicità delle soluzioni costruttive e l'elaboratezza del risultato finale: è possibile vedere le foto di cantiere della Scuola per l'infanzia di Gustalla di Mario Cucinella sul nostro sito ufficiale.

Cantiere della Scuola per l'infanzia di Guastalla @ http://www.morenomaggi.com/

Moreno Maggi è presente al Salone del Mobile di Milano del 2016 con un reportage sull'installazione Invisible Border ideata da MAD Architects, opera che esplora nuovi modi di dialogare con lo spazio e col concetto di delimitazione, sia visiva che funzionale.

Dice Ma Yansong, architetto e fondatore dello studio cinese MAD Architects:

"Gli architetti generalmente creano bordi definendo spazi - cosa è dentro, cosa è fuori, cosa è naturale, cosa è artificiale - ma la società di oggi ha fin troppi bordi invisibili. In qualità di architetti dovremmo invece concentrarci su come possiamo sfumare questi bordi e incentivare l'interazione attraverso gli stessi"

Invisible Borders Photo by Moreno Maggi

"La nostra installazione confonde i confini tra tradizionale e contemporaneo. Potete vedere la differenza in ogni estremità, ma la transizione è molto organica. è come se volessimo aprire una conversazione tra il passato e il presesente."

La narrazione fotografica del progetto segue il concept originale ponendo l'accento sulla dominanza cromatica, sul contrasto, sul tratto d'unione armonico che questa installazione riesce a stabilire tra elementi appartenenti a stili, funzioni e storie distanti, eppure improvvisamente riuniti.

 

La rivista online divisare.com ha dedicato un interessante approfondimento all'opera:

Milano Design Week. Invisible Borders. Photos by Moreno Maggi @ http://divisare.com/

 

Scheda di approfondimento del progetto sul sito ufficiale di MAD Architects:

Invisible Borders @ http://mp.weixin.qq.com/

Dal 4 al 14 dicembre 2015 la Galleria della Tartaruga in via Sistina,85/A - Roma ospiterà la mostra fotografica personale di Moreno Maggi intitolata "ROMA MON AMOUR", ritratti della città eterna della quale il fotografo spezzino è figlio adottivo.

Roma Mon Amour Copertina

Tratto da IoArch:

"Ecco allora una basilica di San Pietro colta da dietro il suo obelisco, l’Isola Tiberina distesa lungo il Tevere come una balena spiaggiata, la magnificenza della Roma imperiale nella panoramica notturna dei Fori con il Colosseo illuminato dalla luna sul fondo, lo stesso Colosseo ritratto dietro una fila di cipressi in uno scorcio rarissimo, piazza Navona con la sua Fontana dei Fiumi e l’obelisco lanciato verso il cielo e infine una vista di via Giulia come fosse una quinta di un teatro che si apre ad altre scene, scene che Roma promette infinite e sempre differenti."

Leggi l'articolo completo su IoArch: ROMA MON AMOUR

Evento su Galleria della Tartaruga: ROMA MON AMOUR

 

ROMA MON AMOUR di Moreno Maggi

Dove: Galleria della Tartaruga – via Sistina, 85/a – 00187 Roma

Quando:  Dal 4 al 14 dicembre 2015, 10:00 - 13:00 / 16:30 - 19.30 / Chiuso i festivi ed il lunedì mattina.

Una guida visiva alle architetture di Expo Milano 2015 attraverso le fotografie di Moreno Maggi: un'occasione imperdibile per rivivere l'impresa progettuale e tecnologica che ha reso possibile l'Esibizione Universale recentemente conclusa.

IoArch Expo Tour Cover

IoArch Special Issue Expo Tour: scarica PDF (18mb)

Sul portale internazionale WeBuildValue è stato pubblicato l'emozionante video-documentario della costruzione dell'Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano, dal cantiere al all'opera completata, costruito dal gruppo Salini Impregilo, montato con scatti inediti del fotografo di architettura Moreno Maggi.

 

Tratto da WeBuildValue:

"Prima della sua inaugurazione, avvenuta nel 2002, Santa Cecilia, una delle istituzioni di musica classica più antiche al mondo, ha vagato tra una sede e l’altra della città per cinquant’anni. Obbligata da Benito Mussolini ad abbandonare il Teatro Augusteo a causa dei lavori di scavo iniziati nel 1936, l’Accademia ha cominciato a cambiare sede in modo itinerante fino a quando le autorità cittadine hanno commissionato al Gruppo Salini Impregilo la costruzione di un luogo adatto al prestigio dell’Accademia, divenuto reale sull’idea e il progetto dell’archistar Renzo Piano. E forse, a vedere il risultato, si può dire che sia valsa la pena di aspettare."

L'articolo completo: WeBuildValue

Sotto il Viadotto nasce nell’ambito del progetto europeo TUTUR, grazie alla collaborazione dell’ associazione Greenapsi, Inter azioni Urbane e il G124, gruppo di lavoro di Renzo Piano dedicato alle periferie: il Viadotto dei Presidenti si trova all’interno del Municipio III, un territorio che si est ende tra il fiume Aniene e la Riserva Naturale della Marcigliana nella parte nord‐est di Roma. Il progetto, completato nel 2014, si occupa di riqualificare uno spazio urbano degradato in luogo di scambio e di partecipazione,  vivibile e restituito alla cittadinanza.

Piano Sotto al Viadotto G124_28

La documentazione dell'architettura è stata affidata allo Studio Moreno Maggi, ed è disponibile in questa collezione di 29 scatti.

L'articolo sul conferimento del premio è disponibile su awards.theplan.it

Archiportale dedica una copertina al progetto del nuovo Campus dell'Università di Bologna a Forlì, un lavoro dello studio Lamberto Rossi Associati documentato in anteprima da Moreno Maggi.

Il progetto è caratterizzato da soluzione innovative ed è uno dei primi campus universitari italiani a consumo di suolo zero, frutto della riconversione dell'ex ospedale di Forlì.

Edilportale Campus Univerità Bologna a Forlì - Lamberto Rossi Associati

Galleria fotografica disponibile su ARCHILOVERS: Campus di Università Bologna a Forlì

Articolo di approfondimento su ARCHIPORTALE: Il Campus Forlì: innovazione e consumo di suolo zero

Moreno Maggi presenta la Fondazione Prada di Rem Koolhaas sul numero 59 di IoArch.

La rivista è consultabile in formato elettronico: Issuu.com

IoArch59

Sito ufficiale: http://www.ioarch.it/

Moreno Maggi espone una selezione delle sue opere per Feedya Art Foundation allo Stadio delle Terme di Caracalla nei giorni 5, 6 e 7 Giugno 2015 nell'ambito della manifestazione SAVE Sport Against Violence Event.

L'evento "Labirinto Mediterraneo: a temporary art garden" ospiterà opere di B.Zarro, Antonio De Pietro e Paolo Spoltore.

Labirinto Mediterraneo a temporary art garden

Per ulteriori informazioni vedi http://www.feedya.org/

locandina-concorso-fotografico-ACER2015

La Fondazione Almagià, in collaborazione con il Centro Studi dell’ACER e la rivista Costruttori Romani, indice il concorso fotografico “Ri-Generiamo Roma: sfumature di habitat”.

Il concorso ha il patrocinio dell’Assessorato alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale, dell’ATER Roma, della Facoltà di Architettura dell’Università Sapienza di Roma,dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia e del CEFMECTP (Organismo Paritetico per la formazione e la sicurezza in edilizia) di Roma e provincia.

Si chiede ai partecipanti di raccontare attraverso persone, architetture, luoghi e paesaggi, una visione della città di Roma meno conosciuta, cogliendo le situazioni di degrado del patrimonio architettonico, artistico e del paesaggio urbano, ma anche esempi positivi della sua possibile rigenerazione.

Leggi la notizia su Fondazione Almagià

Scarica il regolamento del concorso

Antonio Politano, direttore di Sguardi di Nikonschool, intervista Moreno Maggi approfondendo la passione, le skill fotografiche e la cultura specialistica necessarie per la figura professionale del fotografo di Architettura e di Fine Art, svelando alcuni trucchi e strumenti del mestiere.

AP: "Da cosa nasce la tua passione per la fotografia di architettura?"

MM: " Dal fatto che l’architettura parla con un linguaggio che usa una grammatica fatta di forme, colori,rapporti tra vuoto e pieno, contrasti di luce e volumi in un assoluto silenzio. E che tutto questo necessita di essere interpretato (quasi tradotto) in immagini per potergli dare voce. In questo processo, che presuppone umiltà per comprendere, studio per conoscere, tempo per ascoltare e tecnica per realizzare, sta il fascino del mio lavoro."

Auditorium di Firenze, Studio ABDR

AP: "Progetti?"

MM: "Tanti, specialmente di ricerca personale, sia in architettura che non. Personalmente ritengo che con l’avvento del digitale, la capacità di esprimersi per i fotografi si è ampliata moltissimo. Per riuscire a sfruttare al massimo le possibilità offerte è però molto spesso necessario rimettersi in gioco o addirittura "ribaltare le regole del gioco. Questo sarà quello che mi terrà impegnato da qui in avanti.

Leggi l'intervista completa su Nikonschool - Sguardi

Al via la V edizione dei Workshop PIDA: al fine di lasciare sul territorio un segno concreto e tangibile del festival, durante la settimana del premio (21-25 luglio 2014) si svolgeranno workshop di progettazione e fotografia internazionale aperti a giovani studenti e laureati di tutto il mondo e promossi dall’associazione PIDA, l’Ordine degli Architetti di Napoli, il dipartimento di Architettura dell’Università Federico II di Napoli, la Fondazione Luchino Visconti, l’Assopini Ischia, l’associazione Focus Focolari e Giardini in Campo e la Camera Service Italia.

Moreno Maggi dirigerà il Workshop Fotografia Il ritmo e l’armonia nella fotografia di architettura:
"La mia passione per la fotografia di architettura nasce dal fatto che l’ architettura parla con un linguaggio che usa una grammatica fatta di forme, colori, rapporti tra vuoto e pieno, contrasti di luce e di volumi in un assoluto silenzio. E che tutto questo necessita di essere interpretato (quasi tradotto) in immagini per potergli dare voce. In questo processo, che presuppone umiltà per comprendere, studio per conoscere, tempo per ascoltare e tecnica per realizzare sta il fascino del mio lavoro."

Moreno Maggi in copertina su IoArch 53, con diversi contributi per SCAU STUDIO.

IOArch 53

Consulta la rivista elettronica ufficiale

Moreno Maggi collabora con l'Ordine Ingegneri della provincia di Roma per la rivista ioRoma.

Copertina ioroma 1/2012

La versione digitale della rivista è consultabile all'indirizzo http://rivista.ording.roma.it/

Moreno Maggi Fotografo parteciperà al LABORATORIO DI REALIZZAZIONE/TECNOLOGIA del prof. arch. Roberto Bianchi, nell'ambito del Corso di laurea Specialistica in Architettura - U.E. - Sapienza Università di Roma, Facoltà di Architettura, con una lecture dal titolo

"MAN AT WORK: nuova etica della progettazione architettonica.
Responsabilità. Etica. Condivisione. (REC)".

Al centro dell'intervento si propone il tema della costruzione di un flusso etico, responsabile e sostenibile di sviluppo progettuale ed esecuzione del processo architettonico.

Daranno inoltre il loro contributo al Laboratorio:
- Prof. Enrico Garlaschelli, Università Cattolica di Piacenza "Abitare il costruito"
- Prof. Arch. Orazio Carpenzano, Sapienza Università di Roma, intervento dal titolo "Misura "
- Prof. Arch. Luigi Sorrentino, Sapienza Università di Roma, intervento dal titolo "Struttura"
Prof. Arch. Luciano Cupelloni, Sapienza Università di Roma,  intervento dal titolo "Fattore 'R': Recupero, Riuso, Riqualificazione, Rigenerazione"

La lecture di Moreno Maggi Fotografo è prevista per Giovedì 22 Maggio 2014, ore 16 presso l'Aula Magna in Piazza Borghese.